Mario D'Agostino

Medico Chirurgo

 
Mario d'Agostino - buona politica per il territorio! Mario D'Agostino - onest?á e coerenza! Mario D'Agostino - seriet?á e concretezza!

L'Isolabella di Taormina, verso una possibile soluzione

Abbiamo trasferito in ambito regionale – spiega D’Agostino – il pensiero dell’Amministrazione e degli operatori economici, che abbiamo incontrato nella giornata di lunedì alla presenza anche del sindaco Eligio Giardina e degli assessori della Giunta. L’attuale decreto che concerne Isola Bella è ampiamente e indubbiamente penalizzante. Lo abbiamo evidenziato nel corso di un lungo colloquio durato circa un’ora e mezza. Questo decreto è soprattutto inattuabile perché abbiamo già un isolotto in cui si paga il biglietto, e per altro siamo concordi su quella valutazione, mentre le forti perplessità riguardano la pre-riserva. Noi siamo contrari all’introduzione al ticket per l’accesso alla spiaggia e ancor di più lo sono tutti gli operatori economici. Ne abbiamo incontrati una rappresentanza di ben 25 e quello che ci hanno chiesto di dire alla Regione è un messaggio unanime e molto chiaro: è un “no” al ticket per la Riserva naturale orientata». «L’esito dell’incontro – continua D’Agostino – è stato, ad ogni modo, positivo, e va detto che erano presenti anche gli estensori materiali del decreto, che anche loro hanno concordato sul fatto che Taormina e Isola Bella andranno attenzionate con ulteriori valutazioni e non è attuabile quanto al momento previsto nel decreto. Riteniamo che l’esito dell’incontro sia stato un successo sotto il profilo politico e sociale. Sarà necessario adesso rivedersi a Palermo, alla presenza dell’ente gestore della Riserva, il Cutgana, e con l’assessore Croce, per approfondire ulteriormente tutte queste perplessità e articolare le eccezioni che formalizzeremo su carta. Ed è su queste basi che si provvederà ad organizzare in maniera differente l’applicazione complessiva del decreto in oggetto». E dal vertice di Palermo è emersa quella che potrebbe essere la soluzione, il “compromesso” per far uscire la questione dalle polemiche e l’impasse di questi giorni. «Per quanto concerne l’isolotto, dove c’è già un biglietto di accesso – spiega il vicesindaco di Taormina – potrebbe essere incrementato il ticket e una parte andrebbe all’assessorato ai Beni Culturali ed una parte all’assessorato al Territorio. In questo caso, di conseguenza, non verrebbe previsto il ticket nella Riserva. Le numerose realtà imprenditoriali che agiscono sulla Riserva rischiano, in caso contrario, di essere fortemente penalizzate da una interpretazione imperfetta o rigida del decreto come quella attuale. Ecco perché occorre ripensare il tutto. A seguito dell’incontro avuto a Palermo, adesso si dovrà tenere una seduta straordinaria di Consiglio comunale in modo da dimostrare l’univocità del pensiero della Città di Taormina alla Regione». «Non è un percorso facile o scontato – conclude D’Agostino – ma diciamo che in un contesto che ha visto già ad un tavolo tutti i protagonisti della vicenda, ci siamo convinti che esistono i margini concreti ed auspicati per dare a Isola Bella quella specificità che non può essere contenuta in un decreto di carattere generale». Tratto da "Blogtaormina.it"

venerdě 5 febbraio 2019

Video politica

Incontro elettorale a Taormina del 21 ottobre 2012
Vedi tutti

Video professione

Sanit?á in pillole - Puntata 8 - Il tumore del colon
Vedi tutti